Giò Search

il meglio trovato in rete

Qualche info sui prestiti inpdap

Oggigiorno la necessità di liquidità e soldi per diverse emergenze, che siano personali, familiari o quant’altro, si presentano a tutti, di conseguenza la prima cosa che si pensa in questi casi è quella di chiedere un prestito. Oggi richiedere un prestito risulta anche una delle operazioni più semplici possibili: ci sono centinaia di tipi di prestiti, richiedibili sia presso tutte le banche che presso uffici delegati a questo tipo di servizio.

Ovviamente ogni prestito ha delle differenze, le quali dipendono dal tasso, dalle spese, da termini e condizioni, che sono differenti tra un prestito e l’altro. Ma per tutti i dipendenti pubblici i prestiti inpdap convengono molto di più.

Questi prestiti sono sicuri, sono veloci e inoltre ci sono diverse soluzioni, in modo da far fronte alle varie esigente di coloro che richiedono. Altro vantaggio, da non sottovalutare, ma da tener presente, è il TAN. Il tasso sui prestiti solitamente ha alti numeri e magari varia anche nel tempo, ma con i prestiti Inpdap il valore è sempre quello, ed è bassissimo, tra l’altro anche difficile da trovare prestiti con lo stesso TAN. Per il Piccolo Prestito parliamo di un TAN del 4,25%, mentre le spese sono dello 0,5%. Questi i valori per il piccolo prestito, ovvero quello che consente al dipendente di avere in anticipo 12-24 mensilità. Debito da saldare entro 12-48 rate.

Per i prestiti che prevedono cifre più alte ( Prestiti Pluriennali Diretti, Prestiti Pluriennali Garantiti), il TAN è del 3,50% mentre le spese restano simili 0,5%. Debiti da saldare in 60-120 rate.

Le rate non sono cartacee, quindi non sarà necessario andare a pagare il bollettino ogni mese, in posta o agenzie addette, ma l’importo viene ritirato direttamente dallo stipendio. Non è difficile richiedere i prestiti Inpdap, basta andare in una delle sedi specifiche o semplicemente collegarsi al sito www.inps.it e compilare la domanda con tutti i dati richiesti, inviarla, sempre on line, seguire le indicazioni e attendere risposte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *